L’ultima curva di Senna e il terzo scudetto di Capello

Domenica 1 maggio 1994, ultima giornata di campionato. Solo novanta giri di lancette separano il Milan di Fabio Capello dal terzo scudetto consecutivo e la Juventus di Trapattoni dal secondo posto.

Appena un quarto d’ora fa, al settimo giro del GP di Formula 1 di San Marino, Ayrton Senna con la sua Williams a 300 chilometri orari è uscito di pista e si è schiantato contro il muretto alla curva del Tamburello, tutto il paese è sotto shock.

Il Milan, tappezzato di riserve e con la testa già ad Atene per la finale di Champions League contro il Barcellona, perde a sorpresa in casa contro la Reggiana grazie alla rete del napoletano Massimiliano Esposito; il Piacenza, che ha pareggiato nell’anticipo di venerdì a Parma, saluta la Serie A direttamente, senza spareggio. Inutili invece le vittorie della Juventus in casa contro l’Udinese con il gol di Vialli e quella dell’Atalanta a Bergamo contro l’Inter per 2 a 1. Vince pure il Napoli a Foggia con Di Canio, il Cagliari a Lecce con Oliveira, la Roma in casa contro il Torino e la Lazio nella Genova blucerchiata, 3 a 4 con una doppietta di Signori capocannoniere con 23 gol, 5 in più del folletto del Parma Gianfranco Zola. Pareggiano 1 a 1 Cremonese e Genoa con i gol di Dezotti e Signorini e chiudono insieme il campionato con 32 punti.

Classifica: Milan 50 e Juventus 47. Su Rai 2 alla Domenica Sportiva Gianfranco De Laurentiis da la linea a Luca Gianferrari in collegamento dall’Ospedale Maggiore di Bologna, il giornalista con alle spalle una bandiera verdeoro del Brasile dice all’intero stivale che il cuore di Senna ha smesso di battere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...